Gambe a fragola: cosa sono e come si curano

gambe-a-fragola

Le gambe a fragola, anche conosciute con il nome di gambe di fragola, si manifestano con piccole macchie di colore scuro o rosso. Solitamente tali inestetismi compaiono a seguito della depilazione, ma spesso possono derivare anche da altre cause.

I puntini che ricordano quelli presenti sulla superficie della fragola, sono aree iperpigmentate in corrispondenza dei follicoli piliferi. Come accennato, i puntini possono essere causati da numerosi fattori, i più comuni sono la rasatura, l’ostruzione dei pori dilatati e infine l’accumulo di cellule morte.

Oltre alle cause citate, è possibile includere anche la follicolite e la cheratosi pilare. La prima non è altro che un’infezione dei follicoli piliferi che si manifesta tramite eruzioni cutanee e macchie scure. La seconda, invece, è un accumulo di cheratina all’interno dei pori ed è conosciuta altresì con il nome di pelle di pollo poiché all’apparenza potrebbe sembrare la comune pelle d’oca.

Quali sono le cause e come si manifestano?

Come spiegato, le gambe a fragola possono essere causate da diversi fattori. Tuttavia, qualunque sia la causa scatenante, il modo in cui si manifesta è comune ed è visibile attraverso:

  • la comparsa di puntini scuri sulla pelle delle gambe;
  • l’oscuramento dei pori dilatati;
  • la comparsa di puntini marroni in corrispondenza dei follicoli piliferi a seguito della rasatura;
  • possibile prurito, croste, irritazioni e infiammazioni.

Quando si notano tali sintomi è importante escludere altre cause e nel caso in cui si trattasse di gambe a fragola è possibile effettuare trattamenti specifici al fine di migliorare o attenuare gli inestetismi. In linea generale, se compaiono macchie o puntini non riconducibili alla rasatura è necessario rivolgersi al medico affinché possa suggerire un eventuale trattamento.

A tal proposito, è possibile individuare le principali cause delle gambe a fragola. Queste sono:

  • rasatura: utilizzare rasoi vecchi e poco affilati può essere una delle cause scatenanti della comparsa di punti marroni sulle gambe. Non solo, anche la rasatura a secco o senza sapone/schiuma da barba può contribuire alla formazione degli inestetismi;
  • cheratosi pilare: tale condizione si manifesta attraverso puntini somiglianti a brufoli o alla tipica pelle d’oca. Per ciò che concerne la texture questi appaiono ruvidi e duri. Tali punti antiestetici sono causati da accumuli di cheratina e cellule morte e possono prudere o apparire secchi;
  • follicolite: è una condizione che si presenta quando i follicoli piliferi si infiammano. Talvolta può capitare inoltre che questi si infettino a causa della rasatura, della ceretta e più in generale della depilazione. Se questi rimangono aperti possono essere esposti all’azione di germi, batteri e funghi che causano la comparsa di puntini;
  • pori ostruiti: chiamati anche comedoni aperti, i pori possono essere ostruiti da oli e detriti. Questi ultimi, asciugandosi ostruiscono i pori che assumono un colore scuro dando vita così alla condizione chiamata gambe a fragola.
  • pelle secca: anche la scarsa idratazione della pelle delle gambe può contribuire alla comparsa dei sintomi riconducibili alle gambe di fragola. Pertanto, è opportuno utilizzare il rasoio con del sapone o della schiuma da barba e dopo la rasatura applicare sulla pelle delle gambe delle creme o degli oli idratanti.

Gambe a fragola: rimedi e prodotti migliori da utilizzare

Le gambe a fragola possono essere trattate efficacemente con l’ausilio dei giusti prodotti cosmetici.

Ad esempio, l’acido salicilico risulta piuttosto efficace per questo tipo di inestetismi. Più in particolare, questo elemento può essere reperito sotto forma di siero, lozione e crema. Il peeling all’acido mandelico e salicilico è un ottimo prodotto da utilizzare in contrasto alle gambe a fragola. Grazie alle sue proprietà, questo prodotto libera la pelle da macchie e impurità regalandole un aspetto nuovo e luminoso. È possibile utilizzarlo anche su pelli sensibili e delicate.

Oltre all’acido salicilico, un ingrediente particolarmente utile per il trattamento delle gambe di fragola è la vite rossa. Questa aiuta ad attenuare le infezioni e a favorire l’espulsione delle cellule morte che ostruiscono i pori. L’applicazione regolare della crema corpo alla vite rossa garantirà una pelle profondamente nutrita. Per un effetto antiossidante e rivitalizzante, è consigliabile l’utilizzo dell’olio di vinaccioli. Può anche essere utilizzato in combinazione ad altri prodotti cosmetici per aumentarne gli effetti.

Scrub per gambe a fragola

Per migliorare la grana della pelle delle gambe e limitare la presenza degli antiestetici puntini scuri è necessario esfoliare con regolarità le gambe. Lo scrub permette infatti di pulire i pori dilatati, eliminare le cellule morte e favorire il rinnovamento cellulare. Dopo l’esfoliazione è tuttavia opportuno idratare la pelle. Per approfondire, consigliamo la lettura di: “Come fare lo scrub“.

Lo scrub corpo alla silice, grazie ai suoi microgranuli, esfolia la pelle liberandola dalle cellule morte. Il risultato saranno delle gambe morbide, levigate e rigenerate. Importante ricordarsi di utilizzare sempre una crema dopo aver effettuato lo scrub per accentuarne il risultato.

Oltre alla cura della gambe a fragola è possibile inoltre prevenirne la comparsa. In aggiunta all’idratazione e all’uso regolare di scrub è necessario prediligere metodi differenti per la depilazione. La cera a caldo ad esempio, favorisce l’apertura dei pori e quindi la rimozione dei peli lasciando i pori puliti e liberi dalle impurità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

× Possiamo aiutarti?